CHICCA E GIOVANNI: IL NOSTRO AMORE E’ REALITY

CHICCA E GIOVANNI: IL NOSTRO AMORE E’ REALITY

Sono una delle pochissime coppie nate nella Casa del “Grande Fratello”, e poi convolate a nozze. Parliamo di Chicca (vero nome Francesca Rocco), 32 anni e Giovanni, 31, che dallo scorso 30 aprile sono ufficialmente i signori Masiero. Ed è con grande soddisfazione che i due giovani hanno potuto coronare il loro sogno d’amore, non solo per i sentimenti che li tiene legati da quando si sono conosciuti, ma anche per aver fugato ogni dubbio in tutti quelli che nella loro relazione non avrebbero scommesso. Sono intenzionati ad allargare la famiglia in tempi brevi, e si dicono pronti ad avere anche quattro o cinque figli. Chicca vorrebbe partecipare al “Grande Fratello Vip”, mentre Giovanni è di un’altra opinione. Li abbiamo incontrati in esclusiva per Mio sul set di un bellissimo servizio fotografico.

La vostra storia nasce al “Grande Fratello”. Qualche ricordo?

Chicca: Io personalmente ho un ricordo stupendo. Un’esperienza che non si può raccontare, perché solo vivendola si puo’ capire. Hai parecchio tempo per ragionare e ti relazioni molto con te stessa, cosa che nella quotidianità diventa più difficile. Per me è stato come fare un viaggio.

Giovanni: Un sogno, che tanti ragazzi hanno avuto, e io con grande fortuna ho potuto realizzare.

All’inizio non tutti credevano nel vostro amore, perché secondo voi?

Giovanni: Perché chi guarda un programma come il “Grande Fratello”, ma anche altre trasmissioni in generale, è critico e quindi anche diffidente. Nel caso mio e di Chicca, questa diffidenza l’abbiamo abbattuta. Le persone spesso ci fermano per strada, e rimangono piacevolmente sorprese dal fatto che io e lei stiamo insieme, e oggi siamo marito e moglie. Magari mentre seguivano il Gf pensavano che dietro le quinte ci fosse qualcuno che tirava le fila, e invece no, è tutto reale e naturale

Chicca: Poi diciamo che la televisione si divide in due aspetti, uno positivo e l’altro negativo. Se da un lato il messaggio di come sei fatto arriva chiaro e limpido, ci può essere il rovescio della medaglia e, a seconda dei casi, rischi di non essere capito da chi ti segue per come ti muovi o ti comporti.

A te Giovanni cosa è piaciuto di Chicca? 

Giovanni: Il suo essere solare, sorridente, tenace. Chicca è una donna vera.

E a te Chicca di Giovanni?

Chicca: Tutto. Per me è stato un colpo di fulmine, appena l’ho visto. Poi ho avuto modo di conoscerlo, e ho potuto apprezzarne il carattere e tante altre qualità che ha.

 

Parliamo del matrimonio. Giornata memorabile…

Giovanni: Quello è un altro sogno incredibile che ha preso forma. La giornata in se è stata meravigliosa, dal mattino alla sera. Per essere più precisi, da quando mi sono svegliato con mio fratello, fino al momento in cui ho dato la buonanotte a Chicca. Una favola vera, e una grande soddisfazione, visto che ci eravamo dati da fare perché fosse tutto perfetto. In serata, visto che ogni cosa era andata per il verso giusto, ci siamo sentiti anche compiaciuti, oltre che felici di aver coronato il nostro amore.

Chicca: Sono state ore stupende, ma sono volate. Non abbiamo avuto il tempo di comprendere le emozioni che stavamo vivendo, tanto erano belle. Sono poi i ricordi che restano indelebili, esattamente come i tatuaggi.

Tra l’altro siete una delle poche coppie nate nella casa di Cinecittà a essere convolata a nozze. Secondo voi come mai?

Chicca: Ognuno ha il proprio destino. Puoi incontrare il tuo compagno di vita sul treno, o al lavoro, o in aereo, o anche sul web. Oppure, come nel nostro caso, in un programma televisivo. Per noi è tutto normale, ovviamente mi rendo conto che una situazione simile vista dall’esterno sembra più anomala.

Giovanni: Condivido quello che dice mia moglie sul volere del destino.

Quando avete capito che era giunto il momento di fare il grande passo?

Chicca: Ma non c’è un momento preciso. Quando la tua strada s’incrocia con quella di una persona con la quale stai bene, pensi sempre a un futuro, e mai alla giornata fine a se stessa. L’attimo in cui capita, è difficile dirlo, perché è una scelta che fai quando decidi di stare per sempre con chi ami. Non c’è nulla di premeditato, è un passo spontaneo. 

Giovanni: Io l’ho capito appena mi sono fermato e ho dato un’occhiata al mio passato. Ho pensato a tutte le persone che ho conosciuto, a tutte le esperienze che ho fatto, e mi sono reso conto che ero felice ed era quello che volevo per il resto della mia vita.

Chi ha fatto la proposta?

Giovanni: L’ho fatta io a Chicca, e nel modo classico.

Chicca: Eravamo in una spiaggia a Barcellona. Lui ha tirato fuori una lettera, e me l’ha letta. Poi si è inginocchiato e mi ha chiesto di sposarlo, con un bellissimo anello in mano.

E tu Chicca come hai reagito?

 

Chicca: In verità ho iniziato a piangere, e il “si” non glie l’ho detto subito, ma dopo un po’ perché ero troppo emozionata, e molto felice.

Avete appena terminato il viaggio di nozze. Com’è andata?

Giovanni: Siamo stati due settimane in Indonesia e a Bali, dove abbiamo trascorso giornate avventurose, e poi una più tranquilla alle Seychelles.

Chicca: E’ stato un viaggio fantastico, ci siamo rilassati molto, senza fare vita mondana. A Bali, per fare un esempio, Giovanni faceva surf mentre io prendevo il sole. E ci abbiamo dato dentro con il cibo.

Com’è Chicca nel privato?

Giovanni: Esattamente come l’avete vista dentro la Casa del “Grande Fratello”. In quel contesto si capisce com’è una persona nel privato. In ogni caso l’intimità che vivevamo nel reality è la stessa che viviamo qui tutti i giorni.

E Giovanni?

Chicca: Nel privato Giovanni è un ragazzo molto semplice, umile, attento e premuroso. Lui è molto cambiato. Rispetto a me era più chiuso, e io su tante cose ero più estroversa. Ci siamo venuti incontro caratterialmente, così come fatto tutte le coppie che si amano davvero.

Avete intenzione di allargare la famiglia?

Chicca: Certo, è una cosa che desideriamo. Quando succederà non lo so, sarà il Signore a deciderlo.

Giovanni: Senza ombra di dubbio, è fra i nostri progetti.

Come vi immaginate il futuro?

Giovanni: Con una famiglia bella numerosa. Io, Chicca e almeno quattro o cinque bambini. Ci daremo da fare (ride).

 

Chicca: Come il presente. Ovviamente con i figli, come ha detto Giovanni, sempre insieme nel bene e nel male.

Fra poco parte la nuova edizione di “Temptation Island” su Canale 5. Voi eravate stati contattati due anni fa per partecipare al programma, ma avete preferito rinunciare…

Giovanni: Appena finito il nostro Gf, Maria De Filippi ci aveva convocato per proporcelo. Tuttavia abbiamo rifiutato perché non ce la sentivamo di mettere a rischio una relazione a cui tenevamo.

Chicca: La penso nello stesso modo. Non ci vedevamo come le persone giuste per quel tipo di gioco. Senza aver nulla in contrario sulla qualità del programma, è solo una considerazione personale. Ci è dispiaciuto rifiutare, soprattutto per Maria, che io seguo da anni ed è una donna che sia io che mio marito stimiamo tantissimo. Ma come ha detto Giovanni, abbiamo preferito ascoltare il nostro cuore. 

Invece è ormai certo il “Grande Fratello Vip”. Tornereste a vivere l’esperienza della Casa bunker di Cinecittà?

Chicca: Tutto quello che è inerente il “Grande Fratello” avrà sempre le porte aperte per me. Non finirò mai di ringraziare le persone che ci lavorano, e sono davvero tantissime. Per quanto mi riguarda è un ambiente famigliare, dove ho anche conosciuto mio marito, per cui la mia risposta è si.

Giovanni: Io no, perché sposo il motto “buona la prima”. I tre mesi che ho trascorso la dentro sono stati talmente perfetti, che non riuscirei a riviverli nello stesso modo.

E quindi lasceresti entrare tua moglie da sola, visto che invece lei ci andrebbe

Giovanni: Si certo, ovviamente parlandone, ma non avrei nessun problema a lasciarla partecipare. E se mi venisse voglia di vederla, ce l’ho sott’occhio, mi basterebbe accendere la televisione (ride).

 

A cura di Andrea Iannuzzi